Lucia di Lammermoor
Autore: Gaetano DonizettiENRICO, Baritono
Libretto: Salvatore CammaranoLUCIA, Soprano
Fonte: The Bride of Lammermoor, Walter ScottEDGARDO, Tenore
Atti: TreARTURO, Tenore
Prima: 26 settembre 1835RAIMONDO, Basso
Teatro: San Carlo, NapoliALISA, Mezzosoprano
NORMANNO, Tenore
congiunti di Ashton, abitanti di Lammermoor, paggi, armigeri, domestici di Ashton
Trama
Ambientazione: Scozia, castello di Ravenswood, Torre di Wolferag. Epoca fine del secolo XVI.
Atto I, parte I:
Lord Enrico Asthon ha deciso di far sposare sua sorella Lucia al nobile Arturo Bucklaw, ma la ragazza si oppone perché è innamorata di Sir Edgardo di Ravenswood, di casata contraria agli Asthon e odiato da Enrico.

Parte II:
Nel parco del castello, Lucia aspetta Edgardo e racconta alla sua dama di compagnia Alisa l'antica triste storia di un Ravenswood che proprio lì assassinò per gelosia la propria amata il cui fantasma si aggira in prossimità la fontana. Lucia le confida di aver visto il fantasma. Alisa lo intende come un cattivo presagio e avverte Lucia che potrebbe subire la stessa sorte. Edgardo deve lasciare la Scozia, ma prima di partire vorrebbe chiedere ad Enrico la mano di Lucia. Lucia, conscia dell'odio del proprio fratello nei confronti di Edgardo, chiede a Edgardo di aspettare ancora perché suo fratello non acconsentirebbe mai alla loro unione.

Atto II, parte I: Le lotte politiche che sconvolgono la Scozia indeboliscono il partito degli Asthon e avvantaggiano quello di Edgardo. Enrico, per riequilibrare le sorti della lotta e salvare la sua casata, deve convincere Lucia a sposare Lord Arturo Bucklaw un uomo ricco e potente. Pe fare ciò ricorre ad un inganno: le mostra una falsa lettera in cui Edgardo si dichiara innamorato di un'altra donna.

Parte II:
Lucia angosciata ha appena firmato il contratto di nozze con Lord Arturo quando sopraggiunge Edgardo, che si crede tradito e in un impeto d'ira la maledice restituendole l'anello. Lucia, impietrita dalla disperazione, gli ridà il suo.

Atto III, parte I:
Enrico sfida a duello l'odiato Edgardo e i due decidono di incontrarsi presso la torre di Volferag sulle tombe dei Ravenswood il giorno dopo, all'alba.

Parte II:
Al castello giunge Raimondo che interrompe i festeggiamenti per il matrimonio di Lucia e Arturo annunciando la triste notizia: la giovane, impazzita dal dolore,  ha ucciso il marito. Lucia, fuori di sé, appare tra gli invitati con un pugnale tra le mani e gli abiti insanguinati, vaneggia credendo di prepararsi alle nozze col suo amato Edgardo e lo invoca. Mentre gli invitati la compatiscono, entra Enrico, che saputo del crimine, tenta di uccidere la sorella, ma Raimondo e Alisa lo fermano, mostrandogli in che stato è ridotta. Lucia si riprende, crede di aver sentito Edgardo ripudiarla e gettare a terra l'anello che si erano scambiati. Lucia non regge al dolore, e muore nello stupore generale.

Parte III:
Presso la tombe dei Ravenswood Edgardo è pronto per battersi in duello con Enrico. Alcuni passanti lo avvisano che Lucia è in fin di vita, impazzita dal dolore. Incapace di vivere senza di lei, pensa già di farsi colpire da Enrico. Edgardo corre al castello, ma ormai e troppo tardi: Lucia è morta e lui sconvolto, immediatamente si trafigge con un pugnale e muore.

Brani celebri:

Atto I:
Cruda, funesta smania, Enrico (Parte I)
Regnava nel silenzio, Lucia (Parte I)
Sulla tomba che rinserra, Lucia e Edgardo (Parte I)
Verranno a te sull'aure, Lucia e Edgardo (Parte I)
Il pallor funesto, orrendo, Lucia e Enrico (Parte II)
Chi mi frena in tal momento?, Lucia, Edgardo, Enrico, Raimondo, Alisa, Arturo (Parte II)

Atto III:
Il dolce suono mi colpì di sua voce, Lucia (Parte II)
Tombe degli avi miei, Edgardo (Parte II)
Tu che a Dio spiegasti l'ali, Edgarto (Parte II)

Versione stampabile >