Conti Paolo
(Montonate di Mornago 1 Aprile 1907 - Varese 26 Marzo 1971)

Iniziò gli studi di pianoforte nel 1922 diplomandosi presso il Conservatorio di Milano.
Ottenne il diploma in musica corale e direzione di coro e, contemporaneamente, iniziò lo studio dell’organo conseguendo il diploma di organo e composizione organistica presso il Conservatorio di Torino.
Tenne numerosi concerti come pianista e, soprattutto, come organista. Con il violinista Vittorio Amede e il violoncellista Luigi Veccia diede vita ad un trio. Nel 1937 venne nominato organista e maestro di cappella della Basilica di S. Vittore a Varese, incarico che manterrà sino alla sua scomparsa.
Scrisse le sue prime composizioni per la corale di S. Vittore e all’attività concertistica come organista affiancò un’ intensa attività didattica che lo portò ad accompagnare al diploma un rilevante e qualificato numero di allievi.
Alle numerose ed apprezzate composizioni organistiche e corali, nel 1950 aggiunse la messa “Jubileum” per coro a 4 voci dispari e organo, ancora eseguita in diverse basiliche italiane e svizzere. Negli stessi anni iniziò la collaborazione con le principali riviste specializzate di musica organistica e incise su disco alcune sue composizioni. Le edizioni Schola pubblicarono una sua raccolta di 11 pezzi per organo.
Nel 1954 fu tra i fondatori del Civico Liceo Musicale Varesino presso il quale insegnò pianoforte fino alla sua scomparsa. Vinse, nel 1959, il primo premio al concorso nazionale dell’Ordine del Cardo per la composizione di una canzone alpina.
In occasione del 150° della fondazione della città di Varese, la corale di S. Vittore, da lui diretta, eseguì una sua messa Jubileum in Vaticano. Fu la prima volta che a S. Pietro venne ammesso un coro di voci dispari. Subito dopo la riforma liturgica compose la messa Gloriosa, una delle primissime messe in italiano.
Scomparve il 26 Marzo 1971 dopo un’ improvvisa e breve malattia.