Arcadelt Jaques (o Jacob)
(Liegi, 14 ottobre 1504 - Parigi, 4 ottobre 1568)

Compositore, di origine fiamminga oppure francese. Fu probabilmente allievo di Josquin Desprès in Francia, studiò poi a Firenze con Philippin Verdelot.
Dal 1532 visse a Firenze, ma in conseguenza dell’uccisione di Alessandro de' Medici, duca dell'omonima città, nel 1537 si trasferì a Venezia dove visse certamente nella cerchia di Adrian Willaert, suo conterraneo, dove pubblicò, negli anni compresi fra il 1539 e 1544, tutte le raccolte di madrigali (5 libri a quattro e 1 a tre voci).
Nel 1539 si trasferì a Roma ed entrò a far parte, in qualità cantore, della cappella papale e, poco dopo (nel 1540), venne nominato "magister puerorum" (direttore del coro di fanciulli). Successivamente divenne maestro del coro della Cappella Sistina.
Nel 1544 entrò al servizio di Carlo di Guisa, cardinale di Lorena a Lione, dove pubblicò messe, mottetti e chansons.
Ricordato principalmente come madrigalista, Arcadelt mantenne la classica semplicità voluta dalla forma primitiva del madrigale italiano e anche nelle composizioni sacre e profane del periodo francese.